Stress

Oggigiorno lo stress è divenuto un’esigenza sociale che richiede adeguate risposte preventive e curative. Studi sperimentali hanno dimostrato il collegamento tra condizioni alterate di stress e funzionamenti biologici profondi causa di numerose malattie cardiovascolari, psicosomatiche, del sistema immunitario.

 

Lo stress è inoltre strettamente connesso a patologie come ansia, attacchi di panico, insonnia, difficoltà di concentrazione e di decisione, pensieri ripetitivi, irritabilità e a disturbi della vita affettiva e sessuale.

Lo Stress

Lo stress è una risposta adattiva dell’organismo alle sollecitazioni dell’ambiente che permette di sentirsi vitali ed adeguati nella vita.

Esiste quindi uno stress “buono”, eustress, dopo il quale l’organismo ritrova i normali funzionamenti di recupero delle energie. Quando, invece, la persona non è in grado di passare da un polo di “attivazione” a uno di disattivazione “allentamento” lo stress diventa cronico, distress: l’organismo continua ad attivarsi anche se lo stimolo esterno non è più presente.

 

In tali condizioni si sviluppa una ipersensibilità-iperattività anche alle piccole e normali sollecitazioni del quotidiano, impedendo all’individuo di lasciare gli impegni e le preoccupazioni.


Il lavoro antistress

La modalità d’intervento è multidimensionale e agisce sui funzionamenti di fondo per la modificazione dei meccanismi dello stress radicati nell’organismo con varie tecniche:

  • Terapia del Respiro: recuperare la respirazione diaframmatica profonda, l’unica in grado di generare condizioni di calma e benessere.
  • Terapia della Tensione cronica: massaggio profondo dei muscoli, per sciogliere contrazioni e tensioni croniche, per aumentare la percezione di zone bloccate e divenute poco sensibili.
  • Terapie di posture e movimento: posizioni del corpo e specifiche sequenze di movimenti al fine di recuperare apertura, morbidezza, fluidità, calma.
  • Terapia del sistema neurovegetativo: recupero della condizione vagotonica indispensabile ad invertire il fenomeno dello stress cronico (diminuzione di allarme, vigilanza, preoccupazioni e pensieri negativi), attraverso l’intervento sul diaframma, e sulle innervazioni del neurovegetativo.

L'intervento di tipo integrativo, si propone di:

  •  Sciogliere i disturbi tipici legati allo stress cronico.
  •  Ripristinare la respirazione diaframmatica riequilibrando così il funzionamento dell’intero organismo.
  •  Modificare la tensione muscolare di base per riattivare la capacità di allentamento.
  •  Facilitare il vissuto di serenità e armonia con se e con l’altro.
  •  Migliorare la capacità di concentrazione e la produttività nella propria professione.

I DISTURBI SPECIFICI DELLE STRESS

Ansia, Senso di allarme, Irritabilità, Confusione, Irrequietezza, Scarsa concentrazione, Senso di sforzo ed eccesso di affaticamento, Indecisione, Insicurezza, Pensieri ripetitivi, Insonnia, Tensione muscolare, Palpitazioni, Sudorazione, Disturbi digestivi, Mal di testa, Debolezza agli arti, Tremori, Vertigini, Pressione sul petto, Fitte e spasmi, Stitichezza o diarrea, Mal di schiena, Formicolii mani, piedi.

Il recupero del benessere passa attraverso il ripristino delle seguenti capacità:

  • Lasciare le tensioni per recuperare forza ed energie;
  • Aprire le sensazioni e migliorare la percezione della realtà e degli altri;
  • Allentare il controllo per renderlo mobile e rigenerare la capacità di decidere;
  • Recuperare il piacere come stato di profondo benessere e armonia.


Modalità e Tempi

  TRATTAMENTO INDIVIDUALE - su appuntamento
    LABORATORIO DI GRUPPO - Ciclo di 12 incontri a cadenza settimanale della durata di 60 minuti